Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"L'Iran invierà più consiglieri militari in Siria per sostenere il governo e la nazione siriana nella loro battaglia contro i gruppi terroristici".

Ad annunciarlo è stato il generale del Corpo delle Guardie della Rivoluzione islamica (Irgc), Mohammad Pakpour, in una dichiarazione all'agenzia Fars.

"Invieremo i consiglieri in modo che il fronte di resistenza non venga violato e offriremo ogni assistenza possibile - ha detto Pakpour - perché l'Iran non può stare fermo e guardare i nemici della Siria tessere trame per distruggere un Paese che è all'avanguardia della resistenza al terrorismo". Il generale ha rimarcato che "quando si offre aiuto consultivo all'esercito di un Paese in una guerra, si deve essere presenti sulla scena; per questo l'Iran ha consiglieri in Siria che operano in settori strategici, specializzati, tattici e tecnici".

Le parole di Pakpour hanno fatto seguito alla visita a Teheran del Capo delle Forze armate siriane, Ali Abdullah Ayoub, che si è incontrato con il ministro della Difesa iraniano, generale Hossein Dehqan, e con Capo delle Forze armate iraniane, generale Mohammad Baqeri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS