Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Aeronautica turca ha eseguito raid aerei contro tre obiettivi del sedicente Stato islamico (Isis) nel nord della Siria, all'indomani dello scontro a fuoco tra i militari di Ankara e i jihadisti lungo il confine.

Lo ha riferito il sito del quotidiano Hurriyet, spiegando che i raid sono stati effettuati nella notte e sono andati avanti per 13 minuti.

Stando a una nota dell'ufficio del primo ministro turco, gli attacchi contro le postazioni dell'Isis sono stati condotti da tre F-16 decollati da una base aerea della provincia meridionale di Diyarbakir alle 3.12 ora locale. Sono stati colpiti con missili guidati due quartier generali e un punto di raduno dell'Isis.

Secondo l'emittente CnnTurk, i caccia di Ankara hanno sganciato i loro missili dalla Turchia, senza entrare nello spazio aereo siriano. L'operazione, nome in codice 'Yalcin Nane', è scattata dopo la morte ieri di un sottufficiale dell'esercito turco, rimasto ucciso nella provincia di Kilis in un attacco sferrato da una zona della Siria sotto il controllo dell'Isis.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS