Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Iran, Egitto, Qatar, Emirati Arabi Uniti e Giordania devono prendere parte al processo per una soluzione della crisi siriana. Lo ha detto il ministro degli esteri russo Serghiei Lavrov in un'intervista televisiva.

"Siamo sicuri - ha dichiarato Lavrov - che non ha senso creare un circolo esterno di sostegno della soluzione siriana senza la partecipazione dell'Iran. Siamo sicuri - ha proseguito - che nel momento attuale è di primaria importanza includere in questo gruppo Egitto, Qatar, Emirati Arabi e Giordania".

Secondo una fonte del ministero degli esteri russo, Mosca aveva proposto un formato allargato anche per l'incontro di domani a Vienna in modo da includere nelle trattative l'Iran, l'Egitto, il Qatar e l'inviato speciale dell'Onu per la Siria, Staffan de Mistura. Gli Usa però, sempre stando alla fonte, avrebbero rifiutato la proposta.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS