Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli Esteri russo, Serghei Lavrov, ritiene "ingenuo" da parte dei Paesi arabi e occidentali aspettarsi che il presidente siriano Bashar al Assad cessi il fuoco "per primo" e ritiri le sue truppe dalle città.

"È uno scenario totalmente irrealizzabile: o la gente è ingenua, oppure si tratta di una specie di provocazione", ha dichiarato Lavrov parlando davanti a degli studenti.

Secondo Lavrov, una simile pretesa equivale a chiedere la "capitolazione" del regime di Assad, richiesta che né gli occidentali né i Paesi arabi hanno a suo avviso il diritto di formulare. Il capo della diplomazia russa ha poi sottolineato che i suoi commenti non intendono sostenere il regime siriano, ma riflettono la realtà quotidiana sul terreno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS