Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli esteri russo Serghei Lavrov

KEYSTONE/AP/ALEXANDER ZEMLIANICHENKO

(sda-ats)

L'attacco americano alla base aerea siriana di Shayrat "è un atto di aggressione che può soltanto aggravare una situazione già tesa e minare gli sforzi che la Russia e la Turchia stanno facendo per una soluzione pacifica alla crisi siriana".

Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov discutendo della situazione in Siria in una conversazione telefonica con il suo omologo turco Mevlut Cavusoglu. Lo riferisce il ministero degli Esteri russo.

Secondo Mosca, "le parti hanno sottolineato l'importanza di un'indagine oggettiva su tutte le circostanze che hanno portato ai tragici eventi a Khan Shaykhun", dove decine di persone hanno perso la vita per un presunto attacco con armi chimiche di cui è accusata Damasco, "nonché sui casi passati di uso di armi chimiche da parte dei miliziani delle organizzazioni terroristiche".

Il ministero degli Esteri russo sostiene inoltre che "entrambe le parti hanno notato la mancanza di un'alternativa alla continuazione del processo delle trattative interne siriane come unico modo per il raggiungimento della pace".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS