Tutte le notizie in breve

Theresa May durante la sua visita all'accademia militare di Sandhurst

Keystone/AP/PAUL GROVER

(sda-ats)

La Russia si è "schierata dalla parte sbagliata" nella crisi in Siria non condannando l'attacco chimico di cui è stato accusato il regime di Bashar al Assad. Lo ha detto la premier britannica Theresa May durante la sua visita all'accademia militare di Sandhurst.

Per la primo ministro è "altamente probabile" che il bombardamento sia stato condotto dalle forze armate del presidente siriano.

May ha inoltre ribadito la sua piena fiducia per il ministro degli esteri Boris Johnson dopo le polemiche dei giorni scorsi in seguito al suo fiasco internazionale per la bocciatura della proposta di nuove sanzioni contro Mosca proprio per la crisi in Siria. "Ha fatto un eccellente lavoro", ha detto la premier parlando del capo del Foreign Office, che l'opposizione laburista, invece, aveva definito "imbarazzante".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve