Almeno 27 civili sono stati uccisi nei pressi di Damasco in raid governativi contro località in mano ai ribelli per rappresaglia ad una pioggia di razzi e mortai che aveva colpito la capitale provocando 5 morti e 55 feriti.

Lo riferiscono attivisti citati dal sito del quotidiano libanese Daily Star.

I raid sono stati compiuti da forze del regime su aree della Ghuta orientale, alle porte della capitale, dalle quali erano partiti i razzi e gli obici che avevano colpito quartieri centrali della città. È stato il comando della polizia di Damasco a fornire il bilancio dei bombardamenti compiuti dai ribelli affermando che tra i morti e i feriti vi sono bambini e donne.

Oggi è atteso a Damasco l'arrivo di Mohammad Javad Zarif, ministro degli Esteri dell'Iran, che è il principale alleato e sostenitore, militarmente e finanziariamente, del presidente Bashar al Assad.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.