Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Più di 20 persone, tra cui civili, sono state uccise oggi in un attacco compiuto dall'Isis nel nord-est della Siria al confine con l'Iraq.

Lo riferiscono fonti di stampa irachene, secondo cui l'attacco è stato sferrato a Rajm Sleibi, contro un posto di blocco di forze curdo-siriane nei pressi del campo profughi di al Hol al confine tra i due paesi. Fonti di stampa irachene parlano di 21 uccisi "tutti civili, tra i rifugiati del campo".

Secondo l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), l'attacco dell'Isis è stato compiuto con un attentatore suicida nei pressi di un posto di blocco della polizia curdo-siriana, nota come Asayesh, a Rajm Sleibi.

Nell'area, conferma l'Ondus, ci sono migliaia di sfollati che attendono di entrare nell'area urbana di Hasake, il capoluogo siriano del nord-est.

Secondo l'Osservatorio, sono in tutto 24 tra civili e miliziani curdi le persone uccise. E oltre 30 sono i feriti.

Nella zona continuano da oggi i combattimenti tra forze curde e miliziani jihadisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS