Tutte le notizie in breve

Più di 20 persone, tra cui civili, sono state uccise oggi in un attacco compiuto dall'Isis nel nord-est della Siria al confine con l'Iraq.

Lo riferiscono fonti di stampa irachene, secondo cui l'attacco è stato sferrato a Rajm Sleibi, contro un posto di blocco di forze curdo-siriane nei pressi del campo profughi di al Hol al confine tra i due paesi. Fonti di stampa irachene parlano di 21 uccisi "tutti civili, tra i rifugiati del campo".

Secondo l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), l'attacco dell'Isis è stato compiuto con un attentatore suicida nei pressi di un posto di blocco della polizia curdo-siriana, nota come Asayesh, a Rajm Sleibi.

Nell'area, conferma l'Ondus, ci sono migliaia di sfollati che attendono di entrare nell'area urbana di Hasake, il capoluogo siriano del nord-est.

Secondo l'Osservatorio, sono in tutto 24 tra civili e miliziani curdi le persone uccise. E oltre 30 sono i feriti.

Nella zona continuano da oggi i combattimenti tra forze curde e miliziani jihadisti.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve