Navigation

Siria: militari sparano su dimostranti dopo preghiera serale

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 07:26
(Keystone-ATS)

I soldati siriani hanno sparato contro i manifestanti anti-Assad dopo la preghiera serale del Ramadan in varie località della Siria. Lo hanno riferito testimoni e attivisti dell'opposizione, affermando che decine di persone sono state ferite.

Secondo le fonti, i dimostranti sono stati bersaglio degli spari delle forze di sicurezza siriane nel quartiere periferico di Muadhamiya, nell'ovest di Damasco, nella città nord-occidentale di Hasaka e nella città portuale di Latakia.

Alla fine della preghiera "dieci autobus della sicurezza sono entrati a Muadhamiya - ha detto al telefono un testimone che vive nel quartiere situato a trenta chilometri dalle alture del Golan occupate (da Israele) - Ho visto dieci ragazzi cadere mentre stavo correndo via per allontanarmi dagli spari. Centinaia di genitori erano nelle strade a cercare i loro figli".

I residenti avevano detto che già ieri i carri armati erano entrati a Muadhamiya, uccidendo due manifestanti, tra cui un ragazzo di 16 anni, Hassan Ibrahim Balleh, che è stato sepolto ieri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?