Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il ministro degli Esteri siriano, Walid Moallem, ha condannato oggi durante una visita a Teheran la decisione degli Usa di fornire aiuti 'non letali" ai ribelli. "Non capisco come gli Stati Uniti possano sostenere gruppi che uccidono i siriani" , ha affermato il capo della diplomazia di Damasco, aggiungendo che "chi vuole una soluzione politica non punisce il popolo siriano".

"Se lo vogliono, gli Usa sono in grado di fermare lo spargimento di sangue in Siria", ha aggiunto il ministro citato dall'agenzia governativa Sana. "Noi vogliamo una soluzione diplomatica - ha aggiunto Moallem - ma se anche gli altri la vogliono non devono punire il popolo siriano".

L'esercito siriano sta solo "svolgendo il suo ruolo nazionale per difendere i cittadini secondo la legge", ha aggiunto Moallem. "Continueremo nella nostra azione per mettere fine al terrorismo", usando l'espressione comunemente impiegata dal regime per definire la rivolta armata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS