Oltre cento persone sarebbero morte nell'ultimo mese nel campo profughi siriano di Rukban a causa delle scarse condizioni igieniche e della mancanza di assistenza medica: lo sostiene il portavoce del ministero della Salute russo, Serghiei Grabchak, citato dalla Tass.

Il rappresentante del ministero della Difesa russo Iuri Tarasov da parte sua ha accusato gli Usa di avere "la piena responsabilità della scandalosa situazione" perché "occupano il territorio illegalmente e usano i problemi umanitari del campo profughi per legittimare la loro presenza militare nel sud della Siria".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.