Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il cargo danese Ark Futura con a bordo le armi chimiche siriane più pericolose ha lasciato il porto di Latakia. Lo annuncia in una conferenza stampa il direttore generale dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac) Ahmet Üzümcü. Non è però ancora chiaro quando la nave raggiungerà Gioia Tauro, in Calabria, dove trasborderà sull'americana Cape Ray circa 570 tonnellate di agenti chimici.

L'Opac ha comunicato stamani agli Stati Parte il completamento del carico sulla Ark Futura delle ultime 100 tonnellate (circa l'8% del totale) che Damasco doveva ancora consegnare. Üzümcü ha però atteso a diffondere la notizia per permettere al cargo di lasciare le acque territoriali siriane.

Quando la Ark Futura raggiungerà Gioia Tauro trasborderà sulla Cape Ray agenti chimici di priorità 1 (tra cui iprite e precursori del sarin), che saranno poi distrutti a bordo della nave americana che si sposterà in acque internazionali nel Mediterraneo. La distruzione attraverso idrolisi e "durerà circa 60 giorni", ha ricordato Üzümcü, mentre quella nelle industrie civili "durerà di più, forse quattro mesi".

Dopo la tappa nel porto calabrese, la Ark Futura proseguirà infatti il suo viaggio verso la Gran Bretagna per consegnare circa 150 tonnellate di agenti chimici (di tipo B) che saranno distrutti in territorio britannico e verso la Finlandia che neutralizzerà materiale di priorità 2 negli impianti industriali dell'azienda Ekokem.

SDA-ATS