Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Nell'ambito degli sforzi umanitari Israele si sta prendendo cura dei feriti siriani e continuerà a farlo".

Lo ha detto il premier Benjamin Netanyahu nella consueta riunione di governo a Gerusalemme dopo aver ribadito il "pieno appoggio" dello stato ebraico all'attacco Usa in Siria condotto "per ragioni morali" alla luce delle "dure immagini da Idlib".

Netanyahu ha poi rinnovato l'appello alla comunità internazionale a "completare l'impegno" per rimuovere tutte le armi chimiche dalla Siria definendo questa "un'opportunità di cooperazione tra Russia e America in questa specifica area".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS