Navigation

Siria: offensiva contro città ribelle, 33 morti da mercoledì

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 gennaio 2012 - 12:10
(Keystone-ATS)

I militari siriani negli ultimi giorni hanno ucciso almeno 33 persone nella città ribelle di Rankus, vicino al Libano, dove stanno cercando di avere la meglio su insorti e soldati disertori. Lo hanno fatto sapere oggi attivisti e residenti nella città.

Intanto oggi anche sedici militari sono stati uccisi in due diversi attentati, uno riferito dall'Osservatorio siriano dei diritti umani, l'altro dall'agenzia ufficiale siriana Sana.

Il capo dell'Osservatorio siriano sui diritti umani, Rami Abdul Rahman, citato dalla Bbc online, afferma che le forze militari siriane stanno conducendo l'offensiva "più intensa vicino alla capitale dall'inizio della rivolta", a marzo scorso. "Il regime siriano sta tentando di finire militarmente la rivolta ora che il caso sta arrivando alle Nazioni Unite", ha aggiunto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?