Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono stati almeno 266 i morti ieri in Siria: lo riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani, Ondus, basato a Londra. L'organizzazione precisa che tra le vittime si contano 45 civili, 59 ribelli siriani e 33 stranieri, 53 soldati governativi e altri tra forze filo-regime, come Hezbollah, e filo-ribelli.

Intanto governo e ribelli denunciano nuovi attacchi chimici e si accusano a vicenda: la tv di Stato accusa il Fronte al-Nusra di aver usato gas cloro a Kfar Zeita, un villaggio vicino a Hama, causando due morti e oltre 100 feriti. Anche secondo gli attivisti dei comitati locali a Kfar Zeita si contano due vittime, essi parlano però anche di un attacco con gas a Harasta, sobborgo di Damasco, con 5 morti.

SDA-ATS