È di 136 uccisi, di cui 22 civili, il bilancio di 3 giorni di scontri armati e bombardamenti aerei nel nord-ovest della Siria.

Qui è ripresa intensa la campagna militare russa e governativa siriana contro la regione di Idlib fuori dal controllo di Damasco e sotto influenza turca.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), secondo cui gli scontri sono in corso nei distretti a sud-est di Idlib e coinvolgono milizie anti-regime tra cui gruppi qaidisti e forze lealiste siriane sostenute da forze speciali russe.

L'Ondus afferma che 118 sono i militari e miliziani uccisi in tre giorni di scontri, mentre i civili morti sono 22.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.