Circa 40 tra miliziani anti-regime e militari governativi siriani sono morti in scontri armati tra le parti nelle ultime ore nella Siria nord-occidentale.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, che da anni si avvale di una fitta rete di fonti sul terreno.

Le fonti affermano che gli scontri sono avvenuti nelle ultime 24 ore lungo il fronte di Maarrat an Numan, a sud-est di Idlib, capoluogo dell'omonima regione fuori dal controllo governativo e dove da settimane si è intensificata la campagna militare russa e governativa. Negli scontri sono morti 22 miliziani anti-regime (jihadisti e ribelli) e 17 soldati di Damasco e di milizie alleate.

In raid aerei compiuti ieri dal regime contro aree abitate della regione di Idlib erano stati uccisi 18 civili.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.