Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cinquantuno civili, tra i quali cinque minori, sono stati uccisi in raid compiuti da jet ed elicotteri del regime in sole 24 ore in Siria. Ne dà notizia oggi l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), che fornisce anche un bilancio per gennaio: nel primo mese dell'anno, sottolinea l'organizzazione non governativa, sono stati 271 i civili morti, tra i quali 50 minori.

L'ong ha documentato 127 raid compiuti da aerei ed elicotteri in particolare ieri su varie località intorno a Damasco e nelle province di Aleppo, Idlib, Hama, Deyr az Zor e Daraa. I feriti sono 110.

In gennaio, invece, i raid documentati sono stati 931. Oltre ai 271 civili uccisi, almeno un migliaio sono rimasti feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS