Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cinquantuno civili, tra i quali cinque minori, sono stati uccisi in raid compiuti da jet ed elicotteri del regime in sole 24 ore in Siria. Ne dà notizia oggi l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), che fornisce anche un bilancio per gennaio: nel primo mese dell'anno, sottolinea l'organizzazione non governativa, sono stati 271 i civili morti, tra i quali 50 minori.

L'ong ha documentato 127 raid compiuti da aerei ed elicotteri in particolare ieri su varie località intorno a Damasco e nelle province di Aleppo, Idlib, Hama, Deyr az Zor e Daraa. I feriti sono 110.

In gennaio, invece, i raid documentati sono stati 931. Oltre ai 271 civili uccisi, almeno un migliaio sono rimasti feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS