Navigation

Siria: Ong, attentato contro zona filo-turca, 20 uccisi

20 morti e 30 feriti sono il bilancio di un attentato dinamitardo compiuto nel nord-ovest della Siria sotto controllo della Turchia. KEYSTONE/AP DHA-Depo Photos/STR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2020 - 19:09
(Keystone-ATS)

È di almeno 20 uccisi e 30 feriti il bilancio di un attentato dinamitardo compiuto nel nord-ovest della Siria, nel distretto di Afrin sotto controllo della Turchia e delle milizie filo-Ankara.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, secondo cui l'attacco è stato compiuto da una cisterna-bomba scagliatasi contro una zona affollata di negozi poco prima dell'iftar, il tradizionale pasto della rottura del digiuno giornaliero nel mese islamico di Ramadan.

Secondo l'Osservatorio tra i 20 uccisi ci sono anche 6 miliziani filo-turchi. Il distretto di Afrin era un enclave curda ma dal 2018 è stato coinvolto nelle operazioni militari turche che hanno causato lo sfollamento di oltre 100'000 curdo-siriani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.