Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Miliziani sciiti libanesi di Hezbollah avanzano a Zabadani, città ad ovest di Damasco, a danno di insorti sunniti locali. Parallelamente, combattenti qaidisti nel nordovest della Siria stringono d'assedio due località sciite la cui sorte è legata a quella di Zabadani.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus), che dal 2007 monitora le violazioni in Siria.

La tv al Manar, del movimento sciita filoiraniano, conferma l'avanzata di Hezbollah e delle forze governative su Zabadani. D'altro canto fonti locali confermano che miliziani di Jaysh al Fateh, la coalizione di milizie sostenuta da Turchia e Arabia Saudita e di cui fa parte l'ala qaedista siriana Jabhat an Nusra, sono alle porte di Fuaa e Kafraya, le due enclave sciite nella regione nordoccidentale di Idlib.

Nell'ultimo mese, le potenze regionali che rispettivamente sostengono le parti in lotta nelle tre località avevano tentato invano di mediare una accordo per la protezione dei civili a Zabadani, Fuaa e Kafraya.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS