Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'immagine dei raid che hanno colpito il mercato di Atareb, cittadina a ovest di Aleppo.

Keystone/AP/UNCREDITED

(sda-ats)

È di 11 civili uccisi, tra cui cinque bambini, il bilancio del bombardamento aereo nel nord della Siria, in un'area fuori dal controllo governativo.

Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus) secondo cui i raid hanno colpito il mercato di Atareb, cittadina a ovest di Aleppo.

L'Ondus ha documentato nelle ultime due settimane l'uccisione di 76 civili, di cui circa la metà tra donne e bambini, in raid aerei russi o governativi siriani su Atareb.

Intanto i media controllati dal governo siriano affermano che terroristi hanno sparato oggi colpi di artiglieria con "gas velenosi" nella parte di Aleppo controllata dalle forze lealiste e che questi ordigni hanno causato la morte di sei persone.

L'agenzia Sana cita il direttore sanitario del governatorato di Aleppo, Muhammad Hazzuri, poche ore dopo che attivisti della regione di Idlib, fuori dal controllo governativo, hanno invece denunciato l'uso da parte dell'aviazione russa di bombe contenenti "gas velenosi" nell'area di Saraqeb e il ricovero per soffocamento e asfissia di una trentina di civili, tra cui donne e bambini.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS