Almeno 48 persone, tra le quali un numero imprecisato di bambini, sono state uccise in raid aerei governativi negli ultimi due giorni sulla cittadina di ribelle di Talbise, a nord di Homs, nella regione centrale della Siria. Lo riferisce l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Il bilancio parla di 36 civili e 12 combattenti anti-regime uccisi. Talbise è stata una delle prime città a ribellarsi contro il governo di Damasco e da due anni è sottoposta all'assedio dei lealisti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.