Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le cosiddette Forze democratiche siriane (Sdf) a predominanza curda, sostenute dagli Usa, continuano la loro avanzata a Raqqa, la "capitale" del sedicente Stato islamico (Isis) in Siria, di cui occupano ormai circa il 35%.

È quanto afferma oggi l'organizzazione non governativa (ong) Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus), sottolineando però che le perdite tra i civili sono molto elevate.

Secondo l'Ondus, da quando il 5 giugno è cominciata l'offensiva finale contro Raqqa, dove rimangono intrappolati decine di migliaia di residenti, sono stati 233 i civili uccisi nei combattimenti e nei bombardamenti reciproci, compresi quelli della Coalizione internazionale a guida Usa.

SDA-ATS