Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Potrebbero essere "migliaia" le persone morte di fame in Siria nelle aree assediate, dove risiedono quasi mezzo milione di civili. Lo ha detto oggi Zeid Raad al Hussein, responsabile per i diritti umani delle Nazioni Unite, citato dalla televisione panaraba Al Jazira.

Al Hussein ha parlato nel terzo giorno di un precario cessate il fuoco che dovrebbe permettere alle Nazioni Unite di fare arrivare aiuti umanitari alle 17 aree ancora sotto assedio nel Paese.

"Affamare deliberatamente la popolazione è inequivocabilmente un'arma di guerra proibita, e per estensione lo sono gli assedi", ha affermato l'alto dirigente dell'Onu.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS