Navigation

Siria: Onu, violazione diritti umani da governo e opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2012 - 19:51
(Keystone-ATS)

"Sono state documentate violazioni dei diritti umani in Siria sia da parte del governo che dell'opposizione": così l'Alto Commissario Onu per i diritti umani Navi Pillay, al termine della riunione del Consiglio di Sicurezza. "È stato riportato un aumento dell'uso di armi pesanti da parte del regime, e un aumento dell'uso di ordigni esplosivi da parte dei ribelli", ha aggiunto Pillay.

"La mia opinione è che sia il governo che l'opposizione sono responsabili di crimini contro l'umanità contro la popolazione in Siria, per i quali devono rispondere davanti alla Corte Penale Internazionale(Cpi)", ha affermato Pillay.

"Un ulteriore militarizzazione deve essere evitata a tutti i costi - ha spiegato - e spero che il gruppo di contatto possa finalmente contribuire a porre fine alla violenza assicurando un futuro di pace e democrazia al Paese".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?