Navigation

Siria: osservatorio diritti umani, notte di arresti a Damasco

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 agosto 2011 - 09:49
(Keystone-ATS)

Notte di arresti, tra sabato e domenica, nelle periferie di Damasco. L'esercito e le forze di sicurezza siriane - riferisce l'Osservatorio siriano per i diritti umani - sono entrati in forze a Sakba e Kamouriya ed hanno proceduto ad vera e propria "campagna di arresti".

Il convoglio, precisa l'Osservatorio in un comunicato, era composto da "una quindicina di camion, otto veicoli di trasporto militari e quattro jeep". "Sono stati uditi colpi d'arma da fuoco in entrambe le zone", riferisce l'Osservatorio. aggiungendo che a Sakba, nella notte, sono state tagliate le linee telefoniche.

Proseguono intanto, riferisce ancora l'Osservatorio siriano per i diritti umani, le operazioni militari a Latakia (nell'ovest della Siria) principale porto del Paese e capoluogo della regione a maggioranza alawita da cui provengono la famiglia presidenziale al Assad e i clan ad essa alleati. Nella città continuano ad essere interrotte le comunicazioni telefoniche ed Internet.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?