Tutte le notizie in breve

Il Pentagono è pronto a presentare al neo presidente americano Donald Trump un piano per accelerare la lotta all'Isis in Siria. Piano che prevede anche opzioni militari come l'invio di ulteriori truppe da combattimento.

In particolare centinaia di soldati in più per rafforzare l'offensiva verso Raqqa, affermano fonti del Dipartimento della Difesa riportate dalla CNN.

Il piano sarà portato sul tavolo dello Studio Ovale il prima possibile, dopo l'insediamento di Trump alla Casa Bianca. A presentarlo al neo-presidente saranno il nuovo segretario alla Difesa James Mattis e il capo di Stato maggiore, il generale Joe Dunford, dopo che avranno dato il via libera a tutti i dettagli.

Tra le opzioni ci sarebbero anche una serie di proposte per limitare la crescente influenza nella regione di altri Paesi, in primis l'Iran. In particolare i vertici militari vorrebbero più autorità per fermare i rifornimenti di armi allo Yemen da parte di Teheran.

Lo scorso settembre in campagna elettorale Trump aveva promesso: "Darò ai miei generali una semplice istruzione: portatemi entro 30 giorni un piano per sconfiggere l'Isis".

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve