Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prosegue l'avanzata delle forze fedeli al regime di Damasco nella zona a sud di Aleppo, nel nord della Siria.

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani, i lealisti con miliziani di Hezbollah e combattenti iraniani hanno ripreso il controllo di altri territori nei dintorni della seconda città più importante della Siria.

Sul suo sito web l'ong legata agli attivisti delle opposizioni e con sede in Gran Bretagna scrive che i lealisti hanno strappato al controllo dei gruppi jihadisti almeno tre zone, comprese quelle di al-Snobrat e al-Mahruqat, nei pressi del villaggio di Khan Tuman, a sudovest di Aleppo.

Secondo l'Osservatorio, negli scontri sono morti un numero imprecisato di soldati delle forze del regime e miliziani alleati, oltre a "cinque combattenti, compreso il capo del consiglio locale di Zerba e un membro del Consiglio della provincia liberata di Aleppo". Gli attivisti danno anche notizia di nuovi scontri nei pressi delle aree di Bani Zaid, Salah al-Din e al-Khaldiyyeh ad Aleppo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS