La Nato non parteciperà a un intervento militare in Siria anche se l'uso di armi chimiche da parte del regime di Damasco esige una risposta della comunità internazionale. Lo ha detto il segretario generale dell'Alleanza atlantica Anders Fogh Rasmussen ai media danesi.

"Non vedo un ruolo della Nato nell'ambito di una risposta internazionale al regime siriano", ha detto Rasmussen ribadendo che l'uso di armi chimiche è "un atto orribile, una violazione palese delle norme internazionali, un crimine che non può essere ignorato".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.