Carla del Ponte, membro della Commissione d'inchiesta dell'Onu per la Siria, ha ricevuto un invito del regime siriano a visitare Damasco. Lo ha reso noto il presidente della Commissione, Paulo Pinheiro, spiegando che l'invito è "personale" ma che il suo organismo porrà come condizione che la visita sia ufficiale e vi partecipino anche lui e il resto della Commissione.

La Del Ponte ha spiegato che presume di aver ricevuto l'invito perché a maggio aveva dichiarato che vi erano sospetti di un uso delle armi chimiche da parte dei ribelli.

L'ex procuratrice generale del Tribunale penale internazionale per i crimini in ex Jugoslavia ha spiegato di aver incontrato nei giorni scorsi l'ambasciatore siriano presso le agenzie dell'Onu di Ginevra. A lui ha detto che se le forze governative non hanno usato armi chimiche "questo è il momento di invitare la Commissione perché indaghi, avendo la giurisdizione in questo campo".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.