Navigation

Siria: ribelli; jet attaccano a Damasco, 60 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 agosto 2012 - 07:56
(Keystone-ATS)

Caccia bombardieri siriani hanno attaccato ieri la periferia orientale di Damasco ed hanno ucciso almeno 60 persone. Lo hanno riferito in tarda serata fonti dei ribelli precisando che i jet hanno preso di mira i quartieri di Zemalka e Saqba dove in precedenza uomini dell'Esercito siriano libero (Esl) avevano distrutto alcuni posti di blocco.

Entrambi i quartieri sono abitati in prevalenza da musulmani sunniti, da 17 mesi in prima linea contro il presidente Bashar al-Assad.

"Le 60 vittime sono state registrate a Zemalka e ci sono molti morti anche a Saqba, dove però non se ne può accertare il numero - ha detto un militante dell'opposizione parlando da Zemalka con uno pseudonimo per paura di ritorsioni -. Molte vittime erano civili".

Secondo la fonte, questo è il primo attacco aereo compiuto a Damasco con velivoli da combattimento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?