Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Esercito libero siriano (Esl, i ribelli) ha smentito oggi di aver catturato un sedicente membro del movimento sciita libanese Hezbollah, affermando che si tratta di "un'invenzione del regime di Damasco per seminare discordia tra libanesi e siriani".

La notizia della cattura nei pressi di Damasco di Hasan Miqdad, sedicente tiratore scelto di Hezbollah, ha ieri provocato la reazione del clan libanese sciita dei Miqdad, vicini al Partito di Dio: l'"ala armata" dei Miqdad ha rapito una ventina di siriani in Libano e un cittadino turco, innescando una spirale di tensione in tutta la regione di Beirut e nella valle orientale della Bekaa.

Nel comunicato odierno, la "direzione dell'Esl a Damasco e dintorni" afferma che "nessuna brigata dell'Esl ha catturato Miqdad e che il gruppo che ha rivendicato (con un video) la cattura non esiste. È tutta un'invenzione del regime (siriano) per seminare discordia tra libanesi e siriani", si legge nel comunicato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS