Tutte le notizie in breve

Il rappresentante russo all'ONU Vladimir Safronkov.

KEYSTONE/AP/BEBETO MATTHEWS

(sda-ats)

La Russia ha presentato al Consiglio di sicurezza dell'Onu una sua bozza di risoluzione sulla Siria contrapposta a quella di Usa, Gran Bretagna e Francia.

Nel testo, di cui l'agenzia italiana ANSA ha avuto copia, si chiede che "la missione di inchiesta dell'Opac e il meccanismo di inchiesta congiunto di Onu e Opac visitino al più presto il luogo del presunto incidente a Khan Shaykhun per condurre indagini su larga scala". E si chiede "a tutte le parti in Siria di permettere senza alcun ritardo un accesso libero e sicuro".

Come riferito da fonti diplomatiche del Consiglio di Sicurezza, nel pomeriggio sono attese all'Onu altre consultazioni a porte chiuse dei Quindici.

Rispetto alla bozza dei tre Paesi occidentali, che è 'in blu' e dovrebbe essere votata in serata, non compare la condanna dell'attacco chimico e neppure la richiesta ad Assad di piena cooperazione con l'inchiesta, fornendo in particolare i dati dei voli aerei relativi al giorno dell'attacco, i nomi di chi era a capo delle squadre e l'accesso alle basi aeree.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve