Navigation

Siria: stampa, Croazia punto transito armi per opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2013 - 15:11
(Keystone-ATS)

L'aeroporto della capitale croata sarebbe stato tra novembre e dicembre un importante "punto di transito" per il trasporto di armi e munizioni destinate all'opposizione siriana, nell'ambito di un'operazione organizzata dagli Stati Uniti. Lo afferma oggi il quotidiano di Zagabria "Jutarnji list".

Secondo il giornale, tra novembre e il mese scorso 75 volte aerei da trasporto civili, di provenienza turca e giordana, avrebbero fatto scalo a Zagabria per caricare "circa tremila tonnellate di armi e munizioni".

Si tratterebbe di armi croate, cannoni e lanciarazzi, residuati delle guerra combattuta nell'ex Jugoslavia negli anni Novanta, ma anche di carichi di provenienza britannica. Il governo croato ha peraltro più volte smentito queste informazioni, apparse di recente anche sul New York Times.

Il giornale, citando fonti anonime croate, sostiene che "gli Stati Uniti hanno organizzato la raccolta delle armi, l'Arabia Saudita il pagamento, la Giordania e la Turchia il loro trasporto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.