Navigation

Siria: Turchia, rischio guerra civile, Ankara aiuterà opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2011 - 12:55
(Keystone-ATS)

C'è il "rischio di un'evoluzione verso la guerra civile" in Siria. Lo ha detto il ministro degli Esteri della Turchia, Ahmet Davutoglu.

Disertori dell'esercito siriano "vengono fuori in questi ultimi tempi - ha detto Davutoglu - e da questo fatto viene un rischio di evoluzione verso la guerra civile".

Fino ad oggi, "è difficile parlare di guerra civile, perché in una guerra civile ci sono due parti che combattono. Nel caso attuale, il più delle volte ci sono civili che sono attaccati dalle forze di sicurezza. Ma c'è sempre il pericolo che questa situazione si trasformi in guerra civile".

Davutoglu ha aggiunto che la Turchia aiuterà il Consiglio nazionale siriano (Cns), che raggruppa la maggior parte dei soggetti dell'opposizione siriana: "Aiuteremo il Cns a rafforzarsi sviluppando le sue relazioni con la comunità internazionale e con il popolo siriano", ha detto Davutoglu.

"In questa fase - ha aggiunto il ministro - è importante che il Cns abbia accesso alla comunità internazionale, al popolo siriano, e che si fornisca di una base solida vin quanto organizzazione del popolo siriano".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?