Navigation

Siria: Turchia non vuole intervento straniero

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2011 - 09:11
(Keystone-ATS)

La Turchia è contraria a un intervento straniero in Siria. Lo ha detto oggi ai giornalisti il ministro degli Esteri, Ahmet Davutoglu, che ha denunciato con forza la repressione in atto nel Paese ad opera delle autorità di Damasco.

"Non vogliamo un intervento straniero in Siria", ha dichiarato Davutoglu aggiungendo però che la Turchia "non accetterà operazioni contro i civili durante il Ramadan. Noi adottiamo ogni misura per evitarlo". Davutoglu non ha voluto precisare meglio il suo pensiero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?