Navigation

Siria: tv stato, esercito ha controllo totale di Qusayr

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 giugno 2013 - 11:47
(Keystone-ATS)

L'esercito siriano ha preso il controllo "totale" della regione di Qusayr, ex roccaforte dei ribelli, al termine di un'offensiva di tre settimane nella città. Lo annuncia stamattina l'emittente tv ufficiale siriana.

"L'esercito arabo siriano controlla totalmente la regione di Qusayr, nella provincia di Homs, dopo aver ucciso un gran numero di terroristi ed averne catturati degli altri", afferma il canale al-Ikhbariya. "Le nostre eroiche forze armate hanno riportato la sicurezza e la stabilità in tutta la città", aggiunge la tv di Stato.

Citato dalla tv iraniana in arabo, al-Mayadin, basata a Beirut, il generale Yahya Sulayman ha sottolineato l'importanza della conquista di Qusayr: "chiunque controlla Qusayr, controlla il centro del paese. E chi controlla il centro del paese controlla tutta la Siria".

L'emittente tv di Hezbollah, al-Manar, afferma che "i combattenti (ribelli) sono fuggiti in gran numero verso Buayda orientale e Dbaa", due località a est di Qusayr. Secondo al-Manar, l'attacco dei lealisti sostenuti da miliziani Hezbollah è stato portato dai quartieri settentrionali della cittadina, che ha resistito all'assalto congiunto da gennaio.

L'Iran si è "congratulato con la nazione siriana, il governo e l'esercito per il successo delle forze armate siriane" per la riconquista della "città strategica" di Qusayr.

I ribelli siriani hanno ammesso di essersi ritirati dalla città di Qusayr, dopo il violento attacco dell'esercito di Damasco e dei combattenti Hezbollah che hanno ucciso centinaia di persone.

I ribelli accusano la comunità internazionale di non aver fornito alcun aiuto umanitario ai civili intrappolati nella cittadina siriana. "Questo mondo ipocrita non è riuscito nemmeno ad aprire dei corridoi umanitari per i civili. Sì, era questa la richiesta dei combattenti: aprire corridoi umanitari per i feriti", si legge nel comunicato dei comitati di coordinamento locali di Qusayr.

È intanto cominciato stamane a Ginevra l'incontro trilaterale Usa-Russia-Onu indetto per preparare l'auspicata Conferenza internazionale sulla Siria, detta "Ginevra 2". Per ora nessuna data è stata fissata. Restano inoltre da definire il programma e la lista dei partecipanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.