Non vediamo possibilità di una significativa azione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite data l'intransigenza russa. Lo afferma il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Marie Harf, sottolineando che "non possiamo permettere alla paralisi politica di proteggere crimini".

Non possiamo permettere alla paralisi politica di fare da scudo", afferma Harf. Gli Stati Uniti prenderanno le misure "appropriate" senza l'approvazione dell'ONU dopo lo stop della Russia. "Non riteniamo che il regime siriano debba essere in grado di nascondersi dietro al fatto che la Russia continua a bloccare l'azione".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.