Tutte le notizie in breve

Le forze armate degli Usa fanno sapere che in seguito ad un raid aereo nel nord della Siria sono rimasti uccisi per errore 18 combattenti alleati impegnati nella lotta all'autoproclamato Stato islamico (Isis).

Secondo il Comando centrale statunitense, martedì scorso gli aerei statunitensi si sono fidati delle coordinate errate date loro dalle Forze democratiche siriane (Sdf), composte soprattutto di miliziani curdi.

L'obiettivo era una posizione dell'Isis a sud di Tabqa, roccaforte dello Stato islamico: le bombe sono invece finite sulle linee delle Sdf, causando 18 vittime.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve