Caritas Svizzera ha deciso di triplicare (da 500 mila a 1,5 milioni di franchi) il suo aiuto d'urgenza e di sopravvivenza alle vittime del sisma in Nepal.

Il piano d'intervento è destinato in particolare ai bambini per permettere loro di ritornare a scuola costruendo aule provvisorie.

Un team di esperti sul posto sta pianificando diverse misure per la ricostruzione, ha spiegato oggi l'ONG in una nota. I progetti di Caritas sono cofinanziati dalla Catena della Solidarietà.

Caritas Svizzera, Caritas Nepal e altre organizzazioni legate a Caritas hanno inoltre distribuito 6'000 teloni, 24'000 coperte, 1'150 tende e dieci kit sanitari che consentiranno a 30'000 persone di disporre durante tre mesi di una protezione sanitaria minima.

Le organizzazioni di Caritas assicurano anche l'accesso all'acqua potabile e distribuiscono a gruppi di popolazione particolarmente vulnerabili generi alimentari di prima necessità e medicamenti. Gli aiuti di Caritas si concentrano in particolare nelle regioni di Sindhupalchok e Gorkha, severamente colpite dalla catastrofe.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.