Navigation

Sistema sanitario svizzero: costi per 61 miliardi di franchi

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 aprile 2011 - 10:57
(Keystone-ATS)

Continuano a salire i costi del sistema sanitario svizzero, che nel 2009 si sono fissati a 61 miliardi di franchi, in crescita del 4,3% rispetto all'anno precedente. Pro capite risulta una spesa di 653 franchi al mese.

La crescita più marcata, indica oggi un comunicato dell'Ufficio federale di statistica (UST), è stata fatta segnare dalle cure ospedaliere ambulatoriali (+6,3%), dai medicinali e altri prodotti per la salute (5,1%), dalle cure di lunga durata in istituzioni (pure 5,1%) e dalle cure ospedaliere stazionarie (4,4%). Queste quattro categorie rappresentano il 59,2% dei costi totali, per un volume di prestazioni pari a 36,1 miliardi di franchi. Come negli anni precedenti, la parte più consistente della spesa sanitaria è stata finanziata attraverso l'assicurazione malattia di base (LAMal), con una quota del 35,1%, e dalle economie domestiche (30,5%). I due dati sono rimasti stabili rispetto al 2008. L'autorità statale ha contribuito nella misura del 18,9% (+0,7 punti).

Per ogni persona residente in Svizzera sono così stati spesi mensilmente 653 franchi, di cui 229 versati dall'assicurazione malattie obbligatoria, 58 dalle assicurazioni complementari e 37 da altri enti come AVS, AI e assicurazione contro gli infortuni. Lo Stato ha contribuito con 123 franchi e le fondazioni di diritto privato con 6 franchi. Le economie domestiche, oltre ai premi assicurativi, hanno versato mensilmente 200 franchi, soprattutto per case di cura e prestazioni odontoiatriche.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?