Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Maria Antonietta avrebbe perso la testa": è stato censurato lo slogan ironico della pubblicità del gruppo Swatch che doveva comparire a grandi lettere su un cartellone gigante in Place de la Concorde a Parigi. La Drac, la direzione regionale degli affari culturali, ha vietato la pubblicazione di questo testo che gioca sul significato metaforico e quello letterale di "perdere la testa" giudicandolo "troppo provocatorio". Inoltre, continua la Drac, "reca offesa al monumento e alla sua storia".

La regina Maria Antonietta venne infatti ghigliottinata il 16 ottobre 1793 su quella che allora era la Place de la Revolution, ex Place Louis XV, oggi ribattezzata Place de la Concorde. A due passi quindi dal mega manifesto pubblicitario del gruppo di orologi svizzero che copre l'intera facciata dell'Automobile Club de France durante i lavori di restauro.

La stampa francese, riportando la notizia, si è chiesta ironica se il motivo della censura non sia il fatto che lo slogan sia "troppo rivoluzionario".

"Abbiamo esposto lo stesso cartellone su altri monumenti parigini emblematici, da Place Vendome al Museo del Louvre, e non c'è mai stato alcun problema", ha commentato Florence Ollivier, direttrice generale di Swatch Group France. Per lei comunque l'importante è che nel manifesto 'corretto' (ora nella piazza si può ammirare la seconda versione modificata) sia rimasto lo sfondo con le rose (i fiori preferiti da Maria Antonietta) e in primo piano l'orologio da pubblicizzare, sempre di colore rosa. Peccato che senza lo slogan incriminato non si capisca più il senso della pubblicità.

SDA-ATS