Navigation

Slovacchia: assassinio giornalista Kuciak, 25 anni a complice

Jana Kuciak, madre del giornalista slovacco ucciso nel 2018 assieme alla sua findanzata Martina Kusnira, arriva in tribunale in attesa delle lettura della sentenza. KEYSTONE/EPA/JAKUB GAVLAK sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 settembre 2020 - 11:37
(Keystone-ATS)

Il tribunale di Pezinok ha condannato oggi Tomas Szabo, autista e complice dell'assassino del giornalista slovacco Jan Kuciak e della sua fidanzata Martina Kusnira, a 25 anni di reclusione.

Marian Kocner, il sospetto mandante dell'omicidio, e l'intermediario Alena Zsuzova sono invece stati liberati.

Per gli omicidi sono stati già stati condannati Miroslav Marcek, ritenuto l'esecutore materiale del delitto, a 23 anni e Zoltan Andrusko, che avrebbe agito da intermediario, a 15 anni.

Kocner era accusato di omicidio premeditato. Era sospettato di aver ordinato l'omicidio di Kuciak perché il giornalista aveva scritto delle sue attività economiche controverse.

Marcek aveva ucciso Kuciak e Kusnirova a colpi di pistola nella loro casa a Velka Maca nei pressi di Trnava il 21 febbario 2018. Il doppio omicidio ha scosso la Slovacchia e costretto il premier Robert Fico (del partito Smer, democratici sociali) a dimettersi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.