Navigation

Slovenia: a Sevnica incendiata statua di Melania Trump

Una statua in legno che raffigurava Melania Trump è stata incendiata alle porte di Sevnica, la località slovena dove la first lady americana nacque 50 anni fa. KEYSTONE/EPA/Yuri Gripas / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 luglio 2020 - 12:13
(Keystone-ATS)

Una statua in legno che raffigurava Melania Trump è stata incendiata alle porte di Sevnica, la località slovena dove la first lady americana nacque 50 anni fa.

I media serbi, che ne danno notizia, citano Brad Downey, l'artista statunitense promotore dell'opera, secondo il quale la statua sarebbe stata data alle fiamme il 4 luglio scorso, festa dell'Indipendenza degli Usa. Il giorno dopo, ha detto, la statua è stata rimossa. La polizia ha avviato indagini sull'episodio.

La statua era stata eretta nel luglio dello scorso anno e aveva subito suscitato polemiche e pareri discordi tra gli abitanti di Sevnica, cittadina industriale dell'ovest della Slovenia, 80 km circa dalla capitale Lubiana.

A realizzare la statua lignea era stato l'artigiano locale Ales Zupevc, al quale Brad Downey aveva affidato l'incarico. Melania era raffigurata con un braccio alzato verso il cielo e con un vestito blu, forse a ricordare la mise che la first lady indossò in occasione della cerimonia di insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca nel gennaio 2017.

Melania, il cui cognome da nubile è Knavs, nacque a Sevnica nel 1970, e nei primi anni Novanta lasciò il suo Paese per lavorare come modella a Milano e Parigi, e tentare poi la carriera nell'alta moda a New York, dove nel 1998 conobbe Donald Trump.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.