Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUBIANA - Si sono concluse come previsto alle 19.00 le operazioni di voto in Slovenia per il referendum sull'accordo tra Lubiana e Zagabria per la soluzione del contenzioso marittimo nel nord Adriatico il cui esito potrebbe influire notevolmente sul negoziato europeo della Croazia e sulla stabilità del governo di Lubiana, nonché avere ripercussioni sul processo di allargamento dell'Ue ai Balcani occidentali.
Alle 16.00 aveva votato il 30,5% degli 1,7 milioni di aventi diritto. Si tratta di un'affluenza discreta, prevista alla vigilia e in linea col livello di interesse che gli sloveni hanno manifestato per precedenti referendum. Non c'é quorum e il voto è valido a prescindere dell'affluenza, anche con una partecipazione sotto il 50% dell'elettorato. I primi risultati parziali ma in grado di indicare la tendenza, saranno diffusi verso le 21.
Nel caso gli sloveni respingano oggi l'accordo che prevede l'istituzione di un arbitrato internazionale per stabilire il confine con la Croazia nel Golfo di Pirano, per un anno il parlamento sloveno non potrà varare leggi sul confine con la Croazia che siano contrarie alla volontà espressa dai cittadini.

SDA-ATS