Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La polizia cantonale bernese ha smantellato un ampio traffico di droga: dall'inizio degli anni 2000 nella regione della città federale, di Bienne e di Thun sarebbero state vendute decine di migliaia di pillole thai e due chilogrammi di Crystal Meth per un valore di mercato stimato a 2,5 milioni di franchi. Sei persone sono state denunciate per violazione della legge sugli stupefacenti, hanno comunicato oggi la polizia e il ministero pubblico cantonale per i compiti speciali.

Le indagini erano iniziate nel 2012 e hanno dapprima condotto a una thailandese di 49 anni che ha venduto a Berna le droghe a prostitute provenienti dal suo paese. Le sostanze sarebbero state acquistate da una connazionale di 35 anni di Bienne, che lavorava assieme a un 50enne di nazionalità svizzera. Stando alla polizia della banda facevano parte anche altri due thailandesi - una donna di 46 anni e un uomo di 33 anni di Bienne - nonché un vietnamita residente nel canton Soletta.

In base alle informazioni raccolte gli accusati hanno venduto almeno 65'000 pillole thai - considerate più dannose dell'ecstasy - e due chilogrammi di Crystal Meth - metanfetamina che solitamente viene sniffata, a volte anche fumata ed è ritenuta pericolosissima.

SDA-ATS