Tutte le notizie in breve

In Francia un'insegnante di yoga di 56 anni ha deciso di fare causa allo Stato perché avrebbe fallito nel proteggere la sua salute dagli effetti dell'inquinamento dell'aria.

La causa intentata dalla donna per 'carenza dolosa', riporta il quotidiano Le Monde, potrebbe essere la prima di una serie in diverse regioni del paese.

Clothilde Nonnez, questo il nome della donna, risiede a Parigi da 30 anni, e negli ultimi tempi ha iniziato a soffrire di problemi respiratori, dall'asma alla polmonite, sfociati in una pericardite lo scorso dicembre in corrispondenza del record di smog registrato nella capitale francese. Da qui la decisione, spiega al quotidiano il suo avvocato, di fare causa allo stato. "Pensiamo che i problemi medici di cui soffre la vittima siano il risultato della mancanza di azioni da parte delle autorità per combattere l'inquinamento - spiega l'avvocato François Lafforgue, non nuovo a iniziative in campo ambientale -. Arriveranno altri casi nelle prossime settimane, a Lione, Lille e altrove".

Al fianco della donna, riporta sempre Le Monde, ci sono le associazioni ambientaliste Ecologie sans frontière e Générations futures, che hanno raccolto già 600 testimonianze di persone con storie simili a quella dell'insegnante.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve