Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo essere entrata da una sola settimana nel 2016 la città di Londra ha già sforato i suoi limiti annuali di inquinamento atmosferico. Lo si legge su vari media britannici.

Ieri mattina alle 7 locali la centralina di Putney, nella parte ovest della capitale britannica segnava il superamento dei limiti di biossido di azoto (NO2), gas tossico prodotto dai motori diesel dannoso per cuore e polmoni. Le regole Ue impongono che il limite orario di 200 microgrammi di NO2 per metro cubo non sia superato più di 18 volte in un intero anno. Ma quello di Putney è stato il 19mo picco dal giorno di Capodanno. Lo scorso anno la centralissima via dello shopping Oxford Street ha sforato il limite orario oltre mille volte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS