Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Israele si attrezza contro un attacco missilistico anche attraverso un sms di avviso alla popolazione, mentre fonti del governo di Benyamin Netanyahu assicurano che l'Iran è prossimo a dotarsi di un'arma atomica avendo accelerato il lavoro per la costruzione di testate nucleari. Ma l'ex premier Ehud Olmert getta acqua sul fuoco e invita Israele a non trattare la questione con "isterismo".

Da stamani, e fino a giovedì, l'esercito ha avviato un test: "The Home Front Command, mobile alerts system test", (Comando difesa interna, test sistema allerta mobile), accompagnato da un numero seriale è l'sms in quattro lingue - arabo, ebraico, inglese e russo - che arriverà sui telefoni cellulari di centinaia di migliaia di persone nel Paese. Giovedì il giorno clou, quando la copertura nazionale sarà totale. Il sistema diverrà operativo entro il prossimo mese.

La notizia ha scatenato le speculazioni, con i media israeliani che si chiedono se non sia imminente un attacco contro le installazioni nucleari iraniane, che alcuni prevedono potrebbe avvenire a ottobre. Solo due giorni fa, del resto, Yediot Ahronot, aveva rivelato che Netanyahu e il ministro della difesa Ehud Barak sarebbero determinati ad attaccare le installazioni nucleari iraniane questo autunno, prima delle elezioni presidenziali Usa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS