Navigation

Snowden: corte Usa, programma sorveglianza era illegale

Il programma di sorveglianza delle telefonate degli americani rivelato da Edward Snowden era illegale KEYSTONE/dpa/Christian Charisius sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 settembre 2020 - 07:11
(Keystone-ATS)

Il programma di sorveglianza di massa delle telefonate degli americani era illegale e i leader dell'intelligence americana non dissero la verità quando lo difesero pubblicamente. Lo scrive il Guardian.

Sette anni dopo le rivelazioni dell'ex agente della National Security Agency (Nsa) Edward Snowden, una corte d'appello Usa ha riconosciuto l'illiceità di quel programma.

I giudici hanno stabilito che le intercettazioni senza mandato che hanno raccolto segretamente milioni di telefonate hanno violato il Foreign Intelligence Surveillance Act e potrebbero essere state incostituzionali.

"Non avrei mai immaginato che sarei vissuto per vedere i nostri tribunali condannare le attività della Nsa come illegali e nella stessa sentenza vedermi attribuito il merito per averle rivelate": ha twittato l'ex analista della Nsa commentando la sentenza della corte d'appello del nono circuito. Snowden, che si rifugiò in Russia dopo le sue rivelazioni nel 2013, è stato incriminato per spionaggio negli Usa.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.